VISIT CASAMASSIMA

Casamassima è un comune di 19.890 abitanti della Città Metropolitana di Bari.


Cenni Storici

Le origini del paese risalgono all’ VIII secolo, durante la dominazione longobarda. Il feudo ebbe origine sotto i Normanni, e il primo feudatario fu Guido da Venosa. Il nucleo abitato, nel 1195, fu concesso alla famiglia Massimi dall’imperatore Enrico VI, con l’obbligo per tale famiglia di cambiare il proprio cognome in quello di “Casamassima”. Federico II di Svevia, in seguito, tolse ai Casamassima il feudo, che tornò ai suoi legittimi proprietari grazie all’imperatore Corrado IV che, nel 1252, stazionava con le sue truppe nel largo di Padula, questo evento è ricordato ogni anno dal Corteo Storico organizzato dalla Pro Loco.

Nel 1348 Casamassima subì il sacco delle truppe ungheresi, comandate da Filippo di Sulz. Per lunghi secoli il paese è stato alla mercé di vari feudatari che spadroneggiavano nelle nostre contrade, tra cui i Brienne, i d’Enghien, i Lussemburgo, gli Orsini e gli Acquaviva d’Aragona.

Nel 1608 fu comprata da Michele Vaaz, conte di Mola, poi passò ai De Ponte di Napoli, imparentati con Nicola Caracciolo di Vietri di Potenza, e da questi tenuta fino al 1806 quando, Giuseppe Bonaparte, re di Napoli, abolisce la feudalità in tutto il Reame.

Nel XX secolo Casamassima è dominata dalla borghesia del paese arricchitasi grazie all’acquisto di beni ecclesiastici